diamante - Consigli Di Viaggio in Agriturismo - Agriturismo in Italia Turismo Sostenibile e Consigli di Viaggio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Diamante - CALABRIA

Pubblicato da in Calabria ·
Tags: consigliviaggioitineraricosavederecosavisitareagriturismodiamantecalabria

Diamante

Diamante viene definita la "perla del Tirreno" per il suo incantevole lungomare.
E' una bellissima località
balneare in provincia di Cosenza, a 25 mt sul livello del mare, con ben 8 km di spiaggia, che costeggiano un mare cristallino dagli splendidi fondali, soprattutto in prossimità dell'isola di Cirella, un isolotto dalla forma suggestiva e dalla flora selvaggia. Diamante non è solo mare e spiaggia, ma una città ricca di arte e storia.

Nel centro storico regna l'idea dei "Murales", ad opera del pittore Nani Razzetti, che propose al sindaco del tempo un progetto per rivitalizzare il centro storico. L'Operazione Murales, data d'inizio 1981, port
ò a Diamante 83 pittori italiani ed internazionali, consegnando Diamante al circuito delle Città dipinte, cioè un'associazione di comuni promossa dall'APT di Varese che vede Diamante al primo posto.

Tra le principali attrazioni
, consigliamo di visitare i ruderi dell'antica Cirella (172 mslm): ci sono resti di abitazioni, del castello costruito dal principe Carrafa, del convento di San Francesco di Paola e della chiesa di San Nicola Magno.
Con una breve arrampicata si arriva alla sommit
à, dove sono i ruderi di una torre costiera d'avvistamento e un boschetto. L'intero perimetro dell'isola presenta grotte, anfratti, piccole insenature e scogliere sommerse.
Il mausoleo
è un imponente edificio a pianta centrale con un poderoso muro circolare in laterizi, con ingresso sul lato ovest dell'edificio, dal lato del mare. L'opera architettonica si trova in un'area cimiteriale scoperta nel 1960, quando vennero alla luce 39 tombe di epoca imperiale. Al fine di dare alla comunità un luogo di culto, nel 1645 il principe Tiberio Carafa fece edificare la Chiesa dell'Immacolata Concezione.

La chiesa fu costruita nell'ampio spiazzo sul costone del Timpone, in stile Barocco e, poi, arricchita dalle donazioni di statue lignee da parte delle famiglie Patrizie di Diamante, mentre il principe stesso donò la statua dell'Immacolata Concezione, alta 2 metri e scolpita su un tronco di ulivo.
La Chiesa
è stata, poi, arricchita nel tempo con l'attuale abside, l'altare maggiore, il pulpito, la cappella delle Anime del Purgatorio e le tele della "Protezione dell'Immacolata sulla sua Diamante" e "Gesù con i Pargoli".

Il castello dei principi Carafa era una fortezza, eretta a difesa del territorio, metà prigione e metà residenza estiva. Risalente al XVII secolo, il castello possedeva quattro imponenti torri, mura possenti e un ponte levatoio.

Il Parco del Corvino è un'oasi naturale che prende il nome dal torrente che l'attraversa. Il parco si presenta con una lussureggiante flora mediterranea a pochi passi dal mare ed è caratterizzato dalla trasformazione del paesaggio da marino a montano. Si possono ammirare cedri maestosi, acque fruscianti che a tratti sfiorano i rami, natura incontaminata.

Il lungomare vecchio è definito il "salotto di Diamante". E' suggestivo osservare, di notte, le barche munite di lampare e i pescatori che pescano i polipi.

Descrizione inviata da Rosanna di Diamante



Copyright 2018. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu